Licenziamento

Licenziamento

Ci occupiamo dell'impugnazione del licenziamento e della gestione della causa fino alla eventuale conciliazione o sentenza. Dopo la sentenza seguiamo gli eventuali gradi successivi di giudizio e l'eventuale procedura esecutiva per ottenere l'ottemperanza alla sentenza da parte del datore di lavoro.

Come tutti sanno, il licenziamento dev'essere impugnato entro 60 giorni dal momento in cui se n'è avuta conoscenza. Vi sono vari motivi e tipi di licenziamento: orale, discriminatorio, per giustificato motivo oggettivo, per giusta causa, per giustificato motivo soggettivo. Nella vertenza che segue l'impugnazione del licenziamento, secondo il tipo o il motivo del licenziamento e secondo le dimensioni dell'impresa, per esempio fino a 15 o oltre i 15 dipendenti, si può chiedere la reintegrazione/riammissione nel posto di lavoro e il risarcimento del danno. Con l'entrata in vigore del jobs act, la reintegrazione si può ottenere solo per il licenziamento orale, discriminatorio, e per il tipo più grave di illegittimità del licenziamento per giusta causa. Per ogni licenziamento illegittimo si può sempre chiedere il risarcimento del danno, che varia a seconda della durata del rapporto e della dimensione dell'impresa del datore di lavoro.
Share by: